Morire per la rinascita

cartastracciaingiallita:

Una di quelle rose che sbocciano a Novembre

ingannate da un raggio di sole

scappato alla primavera, per annunciare l’inverno.

E ti chiudi in te stessa, 

nuovamente.

Era troppo presto

per rinascere.

(Fonte: lentialcontatto, via trentatregiri)

Colpo di scena. Per una volta non è lo psicodrammadellessere a taggarmi in una catena ma sarahblackhole.

Devo rispondere a delle domande. Ok.

1.Quanto saresti vecchia/o se non sapessi che età hai?
Uhm… ammetto che a volte sembro un quarantenne, ma per bilanciare altre volte sembro un bambino che perde le sue giornate dietro a qualche gioco.

2.Se avessi l’opportunità di diffondere un messaggio, quale sarebbe quel messaggio?
Diverso è bello.

3.Che cosa faresti di diverso se sapessi che nessuno ti potesse giudicare?
Avete presente quando vedete una/o ragazza/o che vi piace per strada, che non conoscete!? Ecco, la fermerei e la bacerei per poi proseguire per la mia strada.

4.Ti stai aggrappando a qualcosa che vorresti lasciare andare? o dovresti?
Non penso.

5.Hai fatto qualcosa di recente che merita di essere ricordato?
Certo. sto affrontando la sessione estiva.

6. Quando entra in gioco il momento di smettere di calcolare i rischi e le conseguenze e fare semplicemente ciò che vuoi fare?
Razionalmente mai. Emotivamente sempre. Ognuno ha il proprio compromesso.

7.Fai abbastanza domande o aspetti che arrivino le risposte senza mai chiedere?
Domando solo se lo ritengo opportuno o per curiosità. Negli altri casi aspetto.

8. Celebri e sei felice delle cose che hai?
Adoro le cose che ho, anche se non perdo mai occasione di arricchire la mia collezione.

9. Quali sono le cose che fai che ti fanno perdere il senso del tempo?
Stare al pc.

10. Qual è per te, la differenza fra vivere ed esistere?
Viviamo quando ci sentiamo soddisfatti della nostra vita.

Ovviamente non taggo :D

L’astronomia ci ha insegnato che non siamo il centro dell’universo, come si è pensato a lungo e come qualcuno ci vuol far pensare anche oggi. Siamo solo un minuscolo pianeta attorno a una stella molto comune. Noi stessi, esseri intelligenti, siamo il risultato dell’evoluzione stellare, siamo fatti della materia degli astri. 

Margherita Hack

Dewey (Malcom) cit.

Come ho fatto io con quel formicaio in giardino, sono stato giorni ad osservare le formiche cercando di capire quali erano le buone e quali quelle cattive. Ma alla fine vedevo solo formiche, così ho cominciato a sterminarle: le ho affogate con l’acqua, le ho bruciate con il fuoco, le ho decapitate con la falciatrice e alla fine per sicurezza le ho dato il colpo di grazie con la pala. Avrebbero potuto pregarmi di non ucciderle, ma a quale scopo? Io non mi sarei impietosito comunque. Per noi è esattamente lo stesso. Neanche noi possiamo cambiare il nostro destino, quindi perché preoccuparsi. L’unica cosa che possiamo fare è vivere la nostra vita nel rispetto delle altre persone senza starci a domandare se anche Dio ha una pala nel suo garage.

"Gli animalisti si scagliano contro Spielberg, per via della foto col dinosauro. E aspettate che vedano cosa ha fatto in Schindler’s list."

(via spaam)

(via kon-igi)